06 39725888 info@adventum.org

L’altra FACCIA
della REALTÀ

Un laboratorio in rete

In virtù delle collaborazioni attivate da anni dal Gruppo Eleusis con molti Istituti Superiori di Roma. L’idea è quella di creare un laboratorio che coinvolga e integri il lavoro di ricerca, studio, scrittura, interpretazione, degli studenti di diverse Scuole al fine di coinvolgere il maggior numero di utenti (come attori e fruitori dell’iniziativa). L’obbiettivo è costruire un gruppo operativo inter-scuola di ragazzi in grado di stimolare e incentivare il confronto, lo scambio e la condivisione di esperienze.

Gli Istituti Superiori individuati a tal proposito sono tre, tutti caratterizzati da un’esperienza duratura di Scuola di Teatro gestita dal Gruppo Eleusis:

  • Liceo Classico “E. Montale” – Municipi Roma XI e XII
  • Istituto Superiore “V. Gassman” – Municipio Roma XIII
  • Istituto Superiore “Piaget – Diaz” – Municipio Roma VII.

Date degli eventi teatrali realizzati dai ragazzi del laboratorio di teatro

Mercoledì 19 Aprile

ore 20.30
presso il teatro del Liceo Classico “E. Montale” – Municipi Roma XI e XII

Giovedì 20 Aprile

ore 20.30
presso il teatro del Liceo Classico “E. Montale” per gli alunni dell’Istituto Superiore “V. Gassman” – Municipio Roma XIII

Mercoledì 26 Aprile

ore 20.30
presso Istituto Superiore “Piaget-Diaz” – Municipio Roma VII.

Il progetto teatrico

Il progetto prevede l’attivazione di un percorso laboratoriale teatrico il cui obiettivo prioritario sarà fornire agli studenti coinvolti un approfondimento sul tema dell’utilizzo responsabile del denaro. Il percorso da noi strutturato utilizzerà gli strumenti propri della teatralità al fine di rendere “vivi” e interessanti gli argomenti trattati, attraverso la didattica partecipata, esercizi mirati, role play, in grado di stimolare capacità espressive, comunicative e relazionali.

In particolare il percorso mirerà a:

  • affrontare la tematica in questione attraverso il veicolo immediato dell’emozione, integrando la sfera emotiva nei processi cognitivi e di apprendimento;
  • promuovere la sperimentazione artistica dell’attività laboratoriale come veicolo di apprendimento condiviso, integrazione, cittadinanza attiva e prevenzione dei fenomeni di disagio;
  • approfondire l’argomento attraverso la lettura, l’analisi e la comprensione dei significati espliciti ed impliciti, secondo le modalità teatrali;
  • incentivare i ragazzi al lavoro di gruppo, favorendo processi di cooperative learninged educazione tra pari;
  • valorizzare l’ambiente scolastico creando momenti di socializzazione e aggregazione culturale attraverso modalità metaformative e di approfondimento didattico partecipato e non convenzionale.

Lo spettacolo dei ragazzi per i ragazzi

Il lavoro sull’interpretazione è uno degli elementi caratterizzanti dell’arte recitativa.

Gli allievi saranno incoraggiati allo studio e all’analisi di diverse tipologie di personaggio, sperimentandone gli aspetti psicologici, emotivi e fisici. Questo lavoro introspettivo attiva negli allievi la capacità di calarsi all’interno di una “situazione data”, vestendo i panni di un personaggio. Sarà stimolato il loro spirito critico e la loro capacità di analisi e codificazione di modelli di comportamento attraverso sollecitazioni alla ricerca e all’approfondimento personale che travalichi ed integri lo studio del testo drammaturgico.

L’obiettivo è quello di ideare uno spettacolo teatrale che provenga dai ragazzi stessi, dalle loro idee, dalla loro personale percezione del fenomeno e dei danni derivanti da esso, attraverso le loro esperienze dirette e indirette. Uno spettacolo pensato dai ragazzi per i ragazzi, in un’ottica di reale peer education, scambio e condivisione culturale ed umana.

Tale processo verrà ovviamente affiancato e guidato dagli operatori che avranno il compito di scrivere la drammaturgia, condurre le prove e curare l’allestimento scenico.

Guarda i video

A Natale Non ti Azzardare

campagna solidale di contrasto al Gioco d’Azzardo Patologico (GAP) promossa dalla Chiesa Cristiana Avventista del 7° Giorno

Dona ora