06 39725888 info@adventum.org
Spezziamo INSIEME le catene dell’USURA

A Natale Non ti Azzardare

campagna solidale di contrasto al Gioco d’Azzardo Patologico (GAP) promossa dalla Chiesa Cristiana Avventista del 7° Giorno

Dona ora

Come si accede

Il primo passo è l’ascolto. La persona richiedente, su appuntamento, è ascoltata dagli operatori presso i nostri uffici.

Alla fine del colloquio, gli operatori consegnano una scheda di rilevazione dati che dovrà essere opportunamente compilata (e corredata dai documenti necessari) da parte del richiedente e del suo garante.

Quando la pratica è completa, viene sottoposta per la valutazione alla Commissione per la Concessione dei Prestiti della Fondazione ADVENTUM, che la esamina in base ai criteri di meritevolezza e delibera di inviarla in una delle banche convenzionate per attivare il prestito o di respingere la richiesta.

I criteri di meritevolezza indicati dal Ministero dell’Economia e delle Finanze per la valutazione della pratica sono:

  • l’ effettivo stato di bisogno del richiedente;
  • la serietà della ragione di indebitamento legata allo stato di bisogno;
  • la capacità di rimborso in base al reddito e/o alla situazione patrimoniale;
  • fondate prospettive di sottrarre l’indebitato all’usura.

In caso di delibera positiva, la pratica viene consegnata all’Istituto bancario convenzionato. Dopo opportuna istruttoria, la banca contatta il richiedente e il garante per la firma della documentazione necessaria all’accensione del prestito. Infine la Fondazione dà disposizione alla banca per pagare i debiti come da transazioni concordate con i creditori.

Il richiedente “rientra” così nel circuito bancario e stipula un contratto che lo vede in rapporto diretto con la banca.

Chi può beneficiare

La Fondazione ADVENTUM vuole creare con le persone che richiedono il suo intervento un rapporto basato sulla reciproca comprensione e onestà.

Vuol dare il suo contributo per educare alla legalità, per aiutare a recuperare il senso della vita sociale, l’uso responsabile del denaro e i grandi valori civili e morali che rendono la vita degna di essere vissuta.